Gallery0

Magazine

News Arcangelo-Sassolino
Festival La democrazia del corpo
Come as you are
Jacopo Jenna  |  Jacopo Miliani

 



Kurt Cobain, frontman della band Nirvana ha descritto il testo di Come As You Are come contraddittorio e confuso, dicendo che la canzone riguarda le “persone e come ci si aspetta che agiscano”. Questo progetto coreografico, creato con la collaborazione dell’artista visivo Jacopo Miliani, prende in prestito il titolo della canzone del 1991 usandolo come invito per il pubblico e per la danza che verrà messa in atto, che dilata e contrae quel momento di passaggio in cui si aggancia lo sguardo e si accede al movimento puro. Lo spazio semantico del testo della canzone viene decostruito nel lavoro di Miliani sotto forma di immagine e ricollocato sulla scena attraverso la produzione di 20 asciugamani di spugna bianchi e rossi dove le parole riemergono scomposte in una forma grafica, determinando nel movimento una trasformazione di relazioni con le liriche scritte da Cobain. La coreografia si sviluppa in due sezioni traslando forma, dinamiche e assorbendo l’immagine, creando un insieme di danze frammentate in un flusso cromatico nel quale la percezione seleziona un mondo, dove le cose si muovono o sono mosse.

Come as you are, as you were, as I want you to be
As a friend, as a friend, as an old enemy
Take your time, hurry up, the choice is yours, don't be late
Take a rest as a friend as an old memoria
Memoria, memoria, memoria, memoria Come doused in mud, soaked in bleach, as I want you to be
As a trend, as a friend as an old memoria, memoria, memoria
And I swear that I don't have a gun
No, I don't have a gun
No, I don't have a gun
Memori-a, memori-a, memoria, memoria And I swear that I don't have a gun
No, I don't have a gun
No, I don't have a gun
No, I don't have a gun
No, I don't have a gun
Nirvana


Arcangelo Sassolino

Jacopo Jenna, Come as you are, foto di Giulia Broggi


Come as you are
Coreografia e Danza: Jacopo Jenna
Set e Immagini: Jacopo Miliani
Luci: Giulia Broggi
Organizzazione: Luisa Zuffo
Produzione: Kinkaleri, Cango - Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza