Gallery0

Magazine

News

CONTROCORRENTE

PADIGLIONE DEL CILE



Controcorrente presenta gli sforzi di una generazione di giovani architetti che hanno concepito, disegnato, e costruito opere di architettura ma anche organizzato gli aspetti finanziari e contrattuali come parte dei requisiti per ottenere il loro titolo professionale in architettura. Tutti loro appartengono alla Valle Centrale del Cile, luogo dove sono tornati dopo la loro formazione accademica per dare un contributo alle loro comunità, realizzando progetti architettonici relativi ai luoghi in cui vivono e lavorano i contadini della regione e le loro famiglie.

Questi progetti architettonici sono stati realizzati con risorse minime, con scarti di processi agricoli e materiali locali facilmente reperibili, contribuendo al valore ed inserendo il territorio in un contesto globale mediante un approccio regionale ma non costumbrista. Al di fuori da questo ambiente e paesaggio rurale, in uno stato di continua trasformazione a causa dell’attività agricola e lo sviluppo urbano, emergono una serie di padiglioni, aree di sosta, belvedere, rifugi e piazze, o semplicemente zone ombrose o d’incontro sociale, momentanei o permanenti, espliciti o astratti.

Controcorrente parla della direzione opposta che le cose possono prendere. Questa mostra si muove contro la corrente di quelle battaglie urbane- forse più globali nei fini – intraprese per migliorare la qualità del nostro ambiente antropico. Mette l’accento sui costumi e paesaggi del mondo rurale, campi e boschi, contribuendo attraverso l’architettura a migliorare la qualità della vita quotidiana della gente.

 

CONTROCORRENTE
A cura di: Juan Román e José Luis Uribe.
Venezia   15. Mostra Internazionale di Architettura