Open Menu
Eurotopie
Belgian Pavilion

 
Belgian Pavilion

Eurotopie
Traumnovelle & Roxane Le Grelle

Questo è il santuario dove i cittadini possono costruire la nuova Europa.
Abbastanza grande per raccogliere folle intere, abbastanza intimo per abbracciare i passi solitari di colui che cerca una risposta.
Può essere esplorato dall'alto in basso, da sinistra verso destra e in diagonale. I corpi girovagano, i corpi cercano. La luce è opalescente. La sua intensità varia con il passare delle stagioni. Il pavimento e Blu oltremare. Il colore si riflette sui muri e tinge lo spazio. E’ condivisione. È una reliquia. Le pareti in muratura sono dipinte di bianco. Lo sguardo si perde.
A volte è molto caldo e a volte è molto freddo. Lo spazio reagisce il clima. Lo spazio è a forma di croce. Al centro si trova un cerchio di cinque metri trenta centimetri di diametro intorno al quale sono sedute ventisette persone. La scala di percezione è diversa.

Belgian Pavilion Eurotopie, Padiglione del Belgio - La Biennale di Venezia 2018.


Alcune porte sono alte un metro e quaranta. I corpi devono piegarsi per raggiungere le alcove. Vestigia di usi e costumi passati possono essere percepiti in questo luogo. Il padiglione è composto da sette spazi, tutti uguali e tutti diversi.
Le loro larghezza variano da tre metri e due a dieci metri.Le loro lunghezze variano da cinque metri e otto a diciassette metri.

Le loro altezze variano a seconda del movimento del terreno. Al centro, il soffitto luminoso è alto sei metri. Nelle nicchie laterali dove cercano rifugio coloro che preferiscono meditare da soli sullo stato dell'Unione, il soffitto si sfiora con le dita. Il suono si alza, si abbassa e si rialza. Il movimento del terreno compone un’ode dodecafonica attraverso lo spazio.
Ci sono delle gradinate. Ostacoli o occasione di riposo per i corpi stanchi questi gradini sono alti trenta centimetri.

Padiglione del Belgio Eurotopie, Padiglione del Belgio - La Biennale di Venezia 2018.

Un diario di viaggio, riportato indietro da Eurotopie, può essere sfogliato. I cittadini ascoltano altri cittadini che parlano dell'eredità dell'Europa e di un'altra Europa ancora da costruire. Questo spazio è un padiglione, questo spazio è un santuario, questo spazio è un luogo. Qui si possono incontrare persone che piangono persone che ridono. Altri che gridano e fanno conferenze. Qui si possono sussurrare i propri segreti. Quei cittadini sono liberi. Qui si costruisce l’ Eurotopie. Questo è il tuo padiglione. Questa è la tua Europa. Benvenuti in Eurotopie.

 

Eurotopie
Exhibitors: Traumnovelle & Roxane Le Grelle in collaboration with Bruce Bégout, Philippe Braquenier, Sébastien Lacomblez, Dennis Pohl, Claire Trottignon & 6’56” (Jurgen Maelfeyt)
Belgian Pavilion, Biennale Architettura 2018 Venezia
@ 2018 Artext

Share